Apre a Roma una mostra dedicata al barocco genovese

Apre a Roma una mostra dedicata al barocco genovese.

Genova l’Eccellente, come la descrive la città del Petrarca, che le diede un soprannome che è sopravvissuto per secoli fino ai giorni nostri (“città regia… ottima per genti e mura, la cui sola vista fa pensare che sia il signore del mare”).

Genova, o meglio, l’età d’oro dell’arte della città ligure (XVII secolo), è dedicata alla mostra, aperta al pubblico da sabato 26 marzo alle Scuderie del Quirinale – Superbarocco.

Arte a Genova da Rubens a Magnasco (Superbarocco. Arte di Genova da Rubens a Magnasco).

Durerà fino al 3 luglio. Uno dei porti più importanti del Mediterraneo, potenza marittima, repubblica dall’inizio del XVI secolo, centro bancario d’Europa, le cui principali famiglie – dogi, banchieri, finanzieri, mercanti, nobili – seppero accumulare straordinarie ricchezze, Genova occupava anche una posizione strategica rispetto ai possedimenti italiani e non.

L’impero spagnolo: Milano, Napoli, Sicilia, Fiandre… Le clamorose conseguenze di tutto questo per la cultura visiva dell’epoca sono oggetto di una storia raccontata in questo mostra, che fa parte di un più ampio progetto internazionale e organizzata in collaborazione con la National Gallery di Washington.

L’American Museum avrebbe dovuto ospitare la mostra per primo, tra settembre e gennaio 2022.

Ma la pandemia lo ha impedito all’ultimo momento, quando il catalogo era già stato stampato.

Tuttavia, la Galleria Nazionale rimane la partner e creditore di questa esposizione romana, che presenta famosi capolavori.

Non solo artisti locali o noti per le loro attività fuori città – Gioacchino Assereto, Valerio Castello, Domenico Piola, Gregorio de Ferrari e Bartolomeo Guidobon, oppure Bernardo Strozzi, Giovanni Benedetto Castiglione, Alessandro Magnasco – ma anche grandi maestri non genovesi , attratto dai dintorni sfolgoranti del Genoa Superb, su tutti Rubens e Van Dyck.

Il primo fu più volte a Genova nel 1604-1607, l’ultimo, che visitò Genova nel 1623, fu il ritrattista più famoso d’Europa dell’epoca, possiamo ammirare il suo ritratto di Agostino Pallavicino, futuro Doge.

L’esposizione è completata da altri importanti dipinti come “Il cuoco” di Bernardo Strozzi, considerato da alcuni uno dei capolavori del naturalismo del secolo.

In esposizione anche opere su carta, spettacolari argenti e altrettanto opulente sculture di maestri come Pierre Puget e Filippo Parodi.

Informazioni utili: “Superbarocco. Arte a Genova da Rubens a Magnasco”, mostra organizzata in collaborazione con la National Gallery di Washington, è visitabile da sabato 3 luglio alle Scuderie del Quirinale, via XXIV Maggio 16.

Informazioni: considerato da alcuni uno dei capolavori del naturalismo del secolo.

In esposizione anche opere su carta, spettacolari argenti e altrettanto opulente sculture di maestri come Pierre Puget e Filippo Parodi. Apre a Roma una mostra dedicata al barocco genovese.

Informazioni utili: “Superbarocco. Arte a Genova da Rubens a Magnasco”, mostra organizzata in collaborazione con la National Gallery di Washington, è visitabile da sabato 3 luglio alle Scuderie del Quirinale, via XXIV Maggio 16.

Informazioni: considerato da alcuni uno dei capolavori del naturalismo del secolo.

In esposizione anche opere su carta, spettacolari argenti e altrettanto opulente sculture di maestri come Pierre Puget e Filippo Parodi. Informazioni utili: “Superbarocco. Arte a Genova da Rubens a Magnasco”, mostra organizzata in collaborazione con la National Gallery di Washington, è visitabile da sabato 3 luglio alle Scuderie del Quirinale, via XXIV Maggio 16. http://Informazioni:www.scuderiequirinale.it, call center 02.92897722.

Apre a Roma una mostra dedicata al barocco genovese.

Vai alla Pagina Facebook di ondasana.org

Visita il Canale video di ondasana.org su YouTube

Visita il profilo Pinterest di ondasana.org

Vai al Profilo Linkedin di ondasana.org

Visita il Profilo Instagram di ondasana.org

Vai al Profilo Twitter di ondasana.org

Visita al Profilo reddit di ondasana.org

Vai al Profilo TikTok di ondasana.org

Le altre notizie di ondasana.org