Aumentano le Regioni che passano in zona gialla con un rischio epidemiologico moderato

Aumentano le Regioni che passano in zona gialla con un rischio epidemiologico moderato. Per atre quattro regioni il livello di pericolosità del covid-19 è aumentato. Da lunedì 10 gennaio le regioni Toscana, Emilia-Romagna, Abruzzo e Valle d’Aosta sono state spostate dalla zona “bianca” a basso rischio alla zona “gialla” a rischio moderato.

L’ordinanza è stata firmata dal ministro della Salute italiano Roberto Speranza. Questo, in particolare, suggerisce che il numero di nuovi casi di covid-19 durante la settimana ogni 100mila abitanti ha superato i 50. Inoltre, il tasso di occupazione delle unità di terapia intensiva e degli altri reparti ospedalieri designati per i pazienti con coronavirus ha superato la soglia critica stabilita dal Ministero della Salute per La zona “bianca” è rispettivamente del 10 e del 15%.

Fino ad oggi nella zona epidemiologica “gialla” erano inserite già le regioni Veneto, Calabria, Lombardia, Lazio; Liguria, Marche, Piemonte, Sicilia, Friuli Venezia Giulia, oltre alle province autonome di Bolzano e Trento.

In conformità al decreto-legge del governo 30 dicembre, da oggi fino al 31 marzo 2022 (termine per la fine dello stato di emergenza in Italia a causa della pandemia), è stata estesa l’obbligatorietà dei super Green Pass.

Aumentano le Regioni che passano in zona gialla con un rischio epidemiologico moderato

Questo certificato sanitario è ora richiesto in tutti i tipi di trasporto, al momento del check-in negli hotel; per partecipare a eventi pubblici e festivi, conferenze e congressi. È richiesto quando si serve in bar e ristoranti, si visitano impianti sportivi interni ed esterni, comprese piscine, club, sale da gioco e quando si utilizzano gli impianti di risalita nelle stazioni sciistiche.

In sostanza, si tratta di un “mini-lockdown” per i residenti non vaccinati del Paese di età superiore ai 12 anni, il cui numero è di circa 4,8 milioni.

Vai alla Pagina Facebook di ondasana.org

Visita il Canale video di ondasana.org su YouTube

Visita il profilo Pinterest di ondasana.org

Vai al Profilo Linkedin di ondasana.org

Visita il Profilo Instagram di ondasana.org

Vai al Profilo Twitter di ondasana.org

Visita al Profilo reddit di ondasana.org

Vai al Profilo TikTok di ondasana.org

Le altre notizie di ondasana.org