Come aiutare tuo figlio a superare la paura del buio

Come aiutare tuo figlio a superare la paura del buio.

La paura del buio è un evento molto comune nei bambini, sia dal “lupo” che dal mostro sotto il letto che li spaventa.

Ecco alcuni suggerimenti utili che ti aiuteranno ad aiutare tuo figlio.

La paura è una parte perfettamente normale della vita di tutti noi, compresi i nostri figli.

Di solito inizia quando proviamo qualcosa di nuovo, diverso e sconosciuto.

Nella vita dei bambini questo accade quotidianamente, quindi è molto probabile che la paura prenda il sopravvento sulla vita del bambino, soprattutto di notte.

La paura del buio di solito si manifesta durante il periodo della vita in cui il bambino è abbastanza grande da avere un senso dell’immaginario.

Questo di solito accade durante il periodo di 2-3 anni, quando i bambini sono abbastanza grandi per fantasticare, ma non del tutto in grado di distinguere la realtà dalla fantasia.

Per questo l’ombra dell’armadio o delle tende in un angolo della stanza agli occhi dei bambini diventa molto facilmente un mostro a tre teste.

Ciò che fa avere paura ai bambini

Nella maggior parte dei casi è l’impatto della televisione e dei computer, perché nella maggior parte dei casi i genitori non sono in grado di valutare ciò che può causare paura nei bambini.

Scene e suoni in televisione simulano.

Il cervello dei bambini esponendoli a cose che per gli adulti non fanno paura, ma per i bambini possono essere spaventose.

Presta attenzione a tutte le cose che tuo figlio guarda, anche quando si tratta di film e programmi animati per bambini, che potrebbero essere inappropriati. ù

Ricorda solo le storie spaventose piene di streghe e mostri, che la maggior parte dei genitori legge ai propri figli prima di andare a letto. La paura può essere causata anche dai genitori stessi che inconsapevolmente instillano paura nei loro figli con le loro parole, e quindi i bambini che fingono di essere senza paura durante il giorno si spaventano di notte.

“Sii buono o verrà il lupo” è quello che tutti abbiamo sentito almeno una volta, e poi c’è l’intimidazione del lupo, del leone, degli estranei,…

Cosa fare

Per cominciare, se il bambino è molto spaventato, parlagli con rispetto e comprensione e non sottovalutare in alcun modo la paura del bambino.

Se lavori nella comunicazione dalla nascita del tuo bambino, anche parlare di paura non dovrebbe essere un problema. Non dire al bambino che la paura è stupida e che non c’è motivo di aver paura, perché in questo modo puoi far sì che i bambini si vergognino e si sentano in colpa.

Prendi il problema sul serio, ma con moderazione, non esagerare e non esagerare il problema. Ascolta attentamente il bambino e avvicina la sensazione di sicurezza.

Dai un nome alla paura e spiega al bambino che è perfettamente normale che abbia paura, aiutalo a capire.

Non lasciare che la paura di tuo figlio ti porti via dal tatto anche se pensi che sia inutile, perché così puoi solo peggiorare la situazione.

al bambino che gli è permesso chiamarti o passarti accanto di notte quando ha paura. Inoltre, chiedi come sarebbe stato più facile e meno spaventoso se il padre fosse dovuto venire a trovarla ogni cinque minuti o lasciare la luce accesa.

La maggior parte dei genitori porta il proprio figlio a mostrare che non c’è nessun mostro nell’armadio, il che è completamente sbagliato. In questo modo, dai credibilità alla paura e dai al bambino più ragioni per temere.

Prima di andare a letto, smetti di guardare i cartoni animati sostituendoli con la lettura di storie e racconti rilassanti e rilassanti.

E infine, se sai che il bambino è spaventato a causa di qualsiasi stress vissuto e pensi di non poterlo fare a meno; cerca un aiuto professionale, ma non ignoralo in alcun modo.

Vai alla Pagina Facebook di ondasana.org

Visita il Canale video di ondasana.org su YouTube

Visita il profilo Pinterest di ondasana.org

Vai al Profilo Linkedin di ondasana.org

Visita il Profilo Instagram di ondasana.org

Vai al Profilo Twitter di ondasana.org

Visita al Profilo reddit di ondasana.org

Vai al Profilo TikTok di ondasana.org

Le altre notizie di ondasana.org