Cosa significa il pagamento del gas russo in rubli

Cosa significa il pagamento del gas russo in rubli.

Già i prezzi elevati del gas in Europa si sono alzati da quando il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato l’obbligo che gli importatori paghino per il gas naturale russo in rubli invece di dollari ed euro.

L’Europa importa grandi quantità di gas naturale russo per riscaldare le case, generare elettricità e altro, e queste importazioni sono continuate nonostante la guerra in Ucraina.

Circa il 60 per cento delle importazioni viene pagato in euro, mentre il resto in dollari.

Putin vuole cambiare la situazione esortando gli importatori di gas stranieri ad acquistare rubli e usarli per pagare la Gazprom di proprietà statale.

Ha detto alla Banca centrale russa di creare un sistema funzionante.

Che effetto può avere questo piano?

Gli importatori dovrebbero trovare una banca che cambi euro e dollari con rubli. Questo può essere difficile perché alcune banche russe sono state bloccate o disconnesse dal sistema di trasferimento SWIFT che facilita i pagamenti internazionali.

Tuttavia, ci sono alcune banche che non hanno smesso di funzionare e attualmente le sanzioni imposte dal Tesoro americano che vietano le transazioni bancarie contengono esenzioni per i pagamenti di energia.

Questa è una concessione agli alleati europei che dipendono molto di più dal petrolio e dal gas russi e temono che un’interruzione totale possa portare la loro economia in recessione.

“Se la Russia paga al meglio il gas con la sua valuta, aiuterebbe a evitare sanzioni finanziarie, sostenendo il valore del rublo o proteggendo l’economia russa.

“O Putin sta accettando terribili consigli economici o si sta allontanando ulteriormente dai binari con il suo odio per l’Occidente”, ha affermato Eswar Prasad, professore di politica commerciale alla Cornell University ed ex funzionario del Fondo monetario internazionale.

“Sarebbe più economico per gli importatori stranieri pagare le esportazioni russe in una valuta il cui valore sta scendendo, ma è difficile acquistare rubli ed effettuare pagamenti in modo da evitare sanzioni”, ha aggiunto Prasad.

Ha avvertito che la mossa “potrebbe scuotere ulteriormente i mercati energetici globali esacerbando le attuali interruzioni dell’approvvigionamento e aumentando l’incertezza sulle forniture future, il che potrebbe aumentare ulteriormente i prezzi”.

Come è stata accolta la richiesta di Putin in Europa?

I governi europei e le compagnie energetiche stanno rifiutando l’idea, dicendo che i contratti di importazione di gas specificano la valuta e che una delle parti non può cambiarla dall’oggi al domani.

Dicono che intendono continuare a pagare in euro e dollari. Più in generale, il gruppo delle sette principali economie (G7); tra cui Giappone, Stati Uniti e Canada, nonché Germania, Francia, Italia e Gran Bretagna, ha accettato di respingere la richiesta di Mosca.

Anche il commissario per l’Energia dell’Unione europea è d’accordo. Il ministro dell’Economia tedesco Robert Habeck ha detto ai giornalisti che “tutti i ministri del G7 sono pienamente d’accordo” sul fatto che una tale mossa sarebbe stata “una chiara e unilaterale violazione dei contratti esistenti”.

Qual è il motivo di Putin?

In teoria, la domanda di pagamenti in rubli potrebbe supportare la domanda della valuta e del suo tasso di cambio, ma non molto.

L’euro e il dollaro vengono già utilizzati per acquistare rubli quando Gazprom scambia proventi dall’estero.

Il Center for Eastern Studies di Varsavia ha suggerito che spostando i flussi di valuta estera da Gazprom in un sistema bancario in gran parte controllato dallo stato, il Cremlino otterrà un maggiore controllo sulla valuta estera che è diventato più raro da quando i paesi occidentali hanno congelato la maggior parte delle riserve russe all’estero.

Tuttavia, ciò lascerebbe Gazprom senza una valuta forte per effettuare pagamenti di debiti esteri o acquistare forniture all’estero.

Allo stato attuale, il fornitore di gas deve già vendere l’80% della sua valuta estera alla Banca centrale russa.

La disputa sul rublo ha sollevato preoccupazioni sul fatto che potrebbe portare a un’interruzione della fornitura di gas naturale.

Ciò potrebbe esporre la Russia ad accuse di mancato rispetto dei contratti energetici a lungo termine, cosa che ha fatto finora.

Il sistema di gasdotti europeo è altamente interconnesso, quindi qualsiasi tentativo di limitare i flussi in alcuni paesi influenzerebbe altri; secondo gli analisti di Rystad Energy.

Oltre a ciò, le vendite di energia sono una fonte di reddito fondamentale per la Russia.

Alla domanda dei giornalisti se la Russia potrebbe tagliare le forniture di gas ai clienti europei se rifiutassero la richiesta di pagare in rubli, lunedì il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto in una conferenza stampa che “di certo non forniremo gas gratuitamente”.

“Nella nostra situazione, è quasi impossibile e fattibile impegnarsi in beneficenza per l’Europa”, ha detto Peskov.

Quanto è reale la minaccia?

La proposta del rublo ha spinto la German Utilities Association (BDEW) a chiedere al governo di emettere un “allarme tempestivo” di una grave carenza di energia.

Questa è la prima delle tre fasi di emergenza energetica nel diritto dell’UE e tedesco; in cui la più alta è la carenza così grave che il governo deve chiudere il gas all’industria per proteggere le famiglie.

Il governo tedesco non ritiene necessaria una simile affermazione.

È possibile che Putin stia bluffando. Questo mese, la Russia ha minacciato di utilizzare il rublo per ripagare gli investitori stranieri che detengono titoli di Stato denominati in dollari.

È passato a un pagamento in dollari dopo che le agenzie di rating hanno affermato che il pagamento in rubli avrebbe lasciato indietro la Russia.

“Quando si tratta di pagamenti del gas, Putin può chiedere rubli, ma i contratti sono chiari”, ha affermato Carl Weinberg, capo economista e amministratore delegato di High Frequency Economics nelle White Plains.

“La sua unica opzione per forzare il cambiamento è rifiutarsi di offrire prodotti e ciò non può accadere: non può fermare il flusso di petrolio e gas da terra senza pozzi di copertura e la capacità di stoccaggio verrà riempita molto rapidamente se le consegne vengono interrotte”. Egli ha detto.

“Quindi chiamiamolo un bluff. “La Russia non può smettere di inviare più prodotti della Germania e l’UE può smettere di acquistarli”. Cosa significa il pagamento del gas russo in rubli.

Perché l’energia è un fattore importante nella guerra?

L’economia europea rimane fortemente dipendente dalla Russia per il 40% delle sue importazioni di gas e il 25% del suo petrolio.

Mentre gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno affermato che smetteranno di acquistare petrolio russo; i leader europei hanno evitato un boicottaggio totale del petrolio e del gas russo.

Invece, si concentrano sulla riduzione delle loro importazioni nei prossimi anni attraverso lo stoccaggio; altre fonti e il passaggio all’energia eolica e solare il prima possibile.

Le stime variano sull’impatto di una chiusura totale del gas in Europa, ma generalmente comportano una significativa perdita di produzione economica. Cosa significa il pagamento del gas russo in rubli.

Vai alla Pagina Facebook di ondasana.org

Visita il Canale video di ondasana.org su YouTube

Visita il profilo Pinterest di ondasana.org

Vai al Profilo Linkedin di ondasana.org

Visita il Profilo Instagram di ondasana.org

Vai al Profilo Twitter di ondasana.org

Visita al Profilo reddit di ondasana.org

Vai al Profilo TikTok di ondasana.org

Le altre notizie di ondasana.org