Isole Eolie: il boom di case e ville in vendita - l'impatto della pandemia

Isole Eolie: il boom di case e ville in vendita – l’impatto della pandemia.

Un gran numero di case, ville e hotel sono all’asta in uno dei luoghi più pittoreschi e famosi del Mediterraneo: le Isole Eolie.

I prezzi variano: 22mila euro per una villetta a Lipari e 5.800.000 euro – il prezzo base per una villa a Panarea.

Ma ci sono più di semplici aste. Le sette isole dell’arcipelago sono ricche di cartelli indicanti case e alberghi in vendita e cartelli “affittasi” sia nelle regioni periferiche che centrali.

Il centro più popoloso delle Isole Eolie, Lipari, è ricco di annunci per la vendita di case.

Cosa succede in uno dei luoghi più ambiti del turismo internazionale?

L’impatto della pandemia di Covid-19 su molte destinazioni turistiche iconiche italiane e internazionali è evidente. Un numero che fa pensare.

Sono una decina gli hotel in vendita alle Isole Eolie, tra cui un hotel di lusso a Lipari del valore di 9,5 milioni di euro e un residence del valore di 1,6 milioni di euro.

In vendita anche hotel a Panarea, Stromboli e nella piccola Alicudi. Mentre il turismo in Sicilia è migliorato, va sottolineato che il boom principale è in estate e che le isole minori sono svantaggiate rispetto alla “continente”, che, con un’ampia offerta turistica, è meno collegata alla mare.

In questo contesto si aggiungono i recenti scenari militari che stanno devastando il cuore dell’Est Europa, con gravi ripercussioni anche sul tema energetico.

Il costo della vita nelle piccole isole è più alto che in quelle più grandi. I residenti locali protestano: “I prezzi di benzina, energia e gas sono aumentati terribilmente”.

E c’è il problema dei servizi di base che incide sulla vita quotidiana.

Da tempo le eolie protestano per le carenze dell’ospedale (la mancanza di medici è stata oggetto di numerose denunce) e per la chiusura dell’ufficio delle poste.

A tutto questo vanno aggiunti i problemi cronici nei settori della logistica, dei trasporti e del mare.

In caso di maltempo, soprattutto in inverno, ci sono isole che rimangono senza contatto con la terraferma per diversi giorni.

Ciò è dovuto alla mancanza di porti. Occorrono importanti investimenti infrastrutturali a livello nazionale e regionale per affrontare i gravi problemi che affliggono la vita quotidiana degli isolani eoliani e hanno risvolti sociali ed economici.

Le infrastrutture sono necessarie anche per migliorare la sicurezza, vista la natura vulcanica delle isole, in particolare l’attività di Stromboli e la situazione su Vulcano.

A tutto questo vanno aggiunti i problemi cronici nei settori della logistica, dei trasporti e del mare. Isole Eolie: il boom di case e ville in vendita – l’impatto della pandemia.

Vai alla Pagina Facebook di ondasana.org

Visita il Canale video di ondasana.org su YouTube

Visita il profilo Pinterest di ondasana.org

Vai al Profilo Linkedin di ondasana.org

Visita il Profilo Instagram di ondasana.org

Vai al Profilo Twitter di ondasana.org

Visita al Profilo reddit di ondasana.org

Vai al Profilo TikTok di ondasana.org

Le altre notizie di ondasana.org

Exit mobile version