Musk è convinto che Russia e Cina non possano abbattere oltre 2.000 satelliti Starlink

Musk è convinto che Russia e Cina non possano abbattere oltre 2.000 satelliti Starlink.

Il CEO di SpaceX, Elon Musk, ritiene che i suoi satelliti Starlink non siano così facili da mandare in crash come pensano Russia e Cina.

In un’intervista a Business Insider, Musk non ha nascosto il fatto di essere stato molto impegnato con la sua attrezzatura dall’inizio dell’occupazione russa in Ucraina.

Ha immediatamente espresso la sua disponibilità ad aiutare gli ucraini inviando loro attrezzature che consentirebbero ai cittadini di questo paese europeo di avere Internet, anche gratuitamente per tutto il tempo.

Quando l’esercito russo ha bombardato le torri delle antenne e ha impedito agli ucraini di avere accesso a Internet, telefoni cellulari e fissi, ha preso in considerazione l’invio di satelliti attraverso i quali avrebbe fornito Internet.

Anche Internet che ha inviato lì ha aiutato molto l’esercito ucraino, con i loro droni che hanno colpito la macchina russa durante la notte in diverse posizioni.

Musk, tuttavia, ha parlato della Russia che ha condotto un test anti-satellite utilizzando i missili balistici PL-19 Nudol per distruggere i suoi satelliti fuori controllo.

Ma questo fatto non ha nemmeno respinto il miliardario americano, che ha parlato con piena convinzione che un tale sistema missilistico non sarebbe stato utilizzato contro i suoi satelliti.

Altrimenti Starlink opera con oltre 2mila satelliti; e per abbatterli tutti servirebbero migliaia di tali missili, che secondo lui non possono fare né la Russia né la Cina. Musk è convinto che Russia e Cina non possano abbattere oltre 2.000 satelliti Starlink.

Vai alla Pagina Facebook di ondasana.org

Visita il Canale video di ondasana.org su YouTube

Visita il profilo Pinterest di ondasana.org

Vai al Profilo Linkedin di ondasana.org

Visita il Profilo Instagram di ondasana.org

Vai al Profilo Twitter di ondasana.org

Visita al Profilo reddit di ondasana.org

Vai al Profilo TikTok di ondasana.org

Le altre notizie di ondasana.org

Exit mobile version