Sting vende tutti i diritti della sua musica per una cifra stimata tra 250 milioni e 300 milioni di dollari

Sting vende tutti i diritti della sua musica per una cifra stimata tra 250 milioni e 300 milioni di dollari.

Il musicista britannico Sting ha annunciato di aver venduto tutte le sue canzoni, rispettivamente i diritti sulla sua musica, compresi i materiali solisti e quelli del gruppo “The Police”.

Il settantenne ha venduto la sua attività musicale all’Universal Music Group (UMG) per ciò che si ritiene sia compreso tra $ 250 milioni e $ 300 milioni, e ha detto che intendeva dare il lavoro della sua vita in mani sicure.

“Sting è un genio nella scrittura di canzoni, la sua musica permea la cultura globale.

Siamo onorati che ci abbia scelto come editore, mentre il suo lavoro di cantautore e interprete rimarrà nella famiglia UMG”, ha dichiarato il direttore di UMG, Sir Lucian Grainge.

Inoltre, ha aggiunto che si sente privilegiato per aver collaborato con Sting per più di due decenni e che è lieto che questa collaborazione si sia ampliata.

“Nel corso della mia carriera, ho goduto di una lunga e proficua collaborazione con UMG, come mio partner editoriale sotto la guida di Lucian.

Quindi mi è sembrato naturale riunire tutti in una casa di cui mi fido mentre torno in studio pronto per un nuovocapitolo.

“Per me è molto importante che il mio lavoro abbia una casa, in cui sarà apprezzato e rispettato, non solo collegando i vecchi fan esistenti in modi nuovi, ma anche presentando le mie canzoni al pubblico, ai musicisti e alle generazioni. giovani “, disse Sting. Sting vende tutti i diritti della sua musica per una cifra stimata tra 250 milioni e 300 milioni di dollari.

Vai alla Pagina Facebook di ondasana.org

Visita il Canale video di ondasana.org su YouTube

Visita il profilo Pinterest di ondasana.org

Vai al Profilo Linkedin di ondasana.org

Visita il Profilo Instagram di ondasana.org

Vai al Profilo Twitter di ondasana.org

Visita al Profilo reddit di ondasana.org

Vai al Profilo TikTok di ondasana.org

Le altre notizie di ondasana.org

Visita il sito su www.ondasana.it

Vai su www.ondasana.altervista.org